Alcol quasi introvabile? il Presidente Emaldi fa il punto al Resto del Carlino

Alcol quasi introvabile? il Presidente Emaldi fa il punto al Resto del Carlino

Prezzi aumentati e difficoltà a trovare negli scaffali alcol e disinfettanti nonostante lo sforzo dei grandi marchi di liquore riconvertiti alla produzione di gel. Il Resto del Carlino ha fatto il punto su una delle criticità connesse all’emergenza Coronavirus in questo articolo del 16 maggio, in cui è intervenuto anche il Presidente AssoDistil, Antonio Emaldi.

“Prima della pandemia ne consumavamo 30 milioni di litri all’anno, ora direi cinque volte tanto. In epoca pre Covid ci servivano 250 milioni di alcol etilico in generale, la produzione arriva a 100 milioni, il resto lo dobbiamo importare” – ha detto il Presidente.

Ma il 60% destinato agli idrocarburi non ha aggravato la carenza? Non è così: “Quella percentuale, da miscelare con la benzina per ridurre le emissioni di anidride carbonica in atmosfera, si riferisce al 2019 ed è europea. In Italia siamo a zero”.

Così, per riempire il vuoto negli scaffali, si cercano strade nuove. Coldiretti ha chiesto di distillare parte del vino (invenduto). “Si potrebbero ricavare 22 milioni di litri di alcol”, fa i conti Emaldi.

Leggi l’articolo completo su Quotidiano.net