De Castro sul futuro delle eccellenze agroalimentari: “L’Italia ha bisogno di una strategia sulla qualità di DOP e IG”

Pianificazione e strategia, difesa e cura dei territori. Sono questi, in estrema sintesi, i passi che dovremmo compiere per andare verso un futuro all’insegna della valorizzazione delle eccellenze agroalimentari italiane. A indicare questa ‘strada’ è stato l’europarlamentare Paolo De Castro, vicepresidente della Commissione agricoltura e sviluppo rurale e presidente della commissione scientifica Fondazione Qualivita, intervenendo nei giorni scorsi al webinar ‘Il futuro delle eccellenze agroalimentari’ organizzato da Origin Italia.

“L’Italia mai come adesso – ha detto Paolo De Castro – deve puntare sulla qualità. Nei prossimi mesi, infatti, sarà cruciale promuovere azioni nuove e strumenti efficaci di sviluppo, anche e soprattutto alla luce dei due importanti regolamenti europei: quello sulla promozione e quello sulle Indicazioni Geografiche (Ig) che saranno operativi entro la fine dell’anno. L’Italia entro quella data dovrà essere preparata ad adottarli e a mettere in campo tutte le azioni per difendere e garantire le nostre produzioni, a partire dal settore vinicolo che già dopo la Brexit sta riscontrando enormi difficoltà. Basti pensare che i primi dati sulle esportazioni segnalano un crollo di molti punti percentuali”.