Grande successo ai World Spirits Award per la Distilleria Nardini

Grande successo ai World Spirits Award per la Distilleria Nardini

Due ori e tre argenti: questo il bottino della Distilleria Nardini, la più antica d’Italia, che festeggia i suoi 240 anni di attività, nella competizione internazionale World Spirits Award 2019 che valuta e classifica distillati e liquori da tutto il mondo. La cerimonia di premiazione si è tenuta presso Le Bolle, l’architettura moderna della Distilleria Nardini a Bassano del Grappa, opera di Massimiliano Fuksas.

L’aromatico infuso di bucce di cedro Acqua di Cedro e la Grappa Riserva Selezione Bortolo Nardini 7 anni, un blend delle più morbide e profumate grappe plurivitigno, si sono aggiudicate le medaglie più prestigiose.

L’argento è andato invece a Mandorla Nardini, Amaro Nardini e Grappa Riserva Selezione Bortolo Nardini 15 Anni.

Una grande soddisfazione per Antonio Nardini che, con Angelo, Cristina e Leonardo, rappresenta la settima generazione della famiglia alla guida della Distilleria.

All’edizione di quest’anno del World Spirits Award hanno partecipato 117 distillerie provenienti da 25 paesi, per un totale di 485 etichette, che comprendevano distillati per caffè e sigari al gin, rum e acquaviti di frutta e distillati al 100%.

Una giuria internazionale di esperti degustatori ha assegnato le medaglie, delle quali 48 doppi ori, 238 ori, 188 argenti e 11 bronzi, utilizzando come metro di giudizio per la valutazione degli alcolici il sistema Wob a 100 punti basato su 5 criteri:

  • Profumo – tipicità e intensità;
  • Profumo – purezza e difetti;
  • Gusto – tipicità e intensità;
  • Gusto – purezza e difetti;
  • Armonia.