La grappa: un corpo forte dall’animo gentile, eccellenza del Made in Italy

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bianca, barricata, invecchiata oppure giovane, la Grappa è tutt’oggi una delle eccellenze italiane più apprezzate in tutto il mondo. Un corpo forte dall’animo gentile così la potremmo descrivere per via delle sue molteplici caratteristiche. Un sapore deciso al primo impatto, un’esplosione di sapori dovuti alle moltissime proprietà organolettiche contenute all’interno della materia prima: la vinaccia. Tutto questo grazie all’impegno delle distillerie italiane che contribuiscono a portare avanti questa eccellenza e che AssoDistil si impegna a rappresentare e a promuovere.

Tra alambicchi e botti di legno: signore e signori ecco a voi la grappa
La grappa è un’acquavite, prodotta dalla lavorazione della vinaccia, cioè dell’uva pressata ottenuta dalla preparazione del vino. Fondamentale è la vinaccia perché al suo interno sono custoditi gli aromi che conferiscono sapore e aroma alla grappa.  Il processo avviene all’interno delle distillerie dove, lavorando le vinacce   in condizioni controllate di temperatura, si ottiene il distillato. Seguirà un processo di elaborazione eseguita “a regola d’arte” che porterà alla nascita della vera e propria Grappa. Un ruolo molto importante lo gioca poi l’invecchiamento in botti di legno, nel caso di Grappe invecchiate o riserva, durante il quale la Grappa acquisisce particolari caratteristiche organolettiche.

Quando invecchiare significa maturare
La grappa più invecchia più acquista colore e particolari caratteristiche organolettiche, ma non vuol dire che una Grappa giovane sia meno buona. Infatti, una Grappa giovane contiene inalterati gli aromi riconducibili al vitigno dal quale ha avuto origine mentre una Grappa invecchiata o riserva acquisisce, grazie alla lunga permanenza in botti di legno rispettivamente di almeno 12 e 18 mesi, aromi caratteristici, spesso riconducibili alla vaniglia e al cioccolato.

Grappa: un’eccellenza alla portata di tutti
Ovviamente, come per tutte le cose, anche la Grappa ha un costo. E, se è vero che la Grappa è un’eccellenza italiana riconosciuta a livello mondiale, tanto da meritare la denominazione protetta di Indicazione Geografica (IG), è altrettanto vero che la grande varietà di tipologie di Grappa e di invecchiamenti permette di offrire al consumatore prodotti a vari livelli di prezzo, rendendo la Grappa IG alla portata di tutti. E sempre con una qualità garantita dai severi controlli cui viene sottoposta la produzione di acquaviti nel nostro Paese. Insomma, poco o tanto che sia, giovane o invecchiata, basta solo scegliere il momento adatto per degustarla.