La storia di Paolo Segnana si celebra con l’edizione limitata di bottiglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1860 è la data da segnare per ricordare ‘l’imperatore della grappa’, ma è anche l’anno in cui, Paolo Segnana, prese il suo alambicco per dare inizio alla sua avventura. Un’avventura che ha segnato la nascita dell’omonima azienda, socia della grande famiglia di AssoDistil. Una storia che parte da lontano ma che da subito ha fatto conoscere un’eccellenza nel mondo. A fine Ottocento fare la grappa e commercializzarla non era facile, specie quando ci si doveva confrontare con le rigide regole dettate dall’impero Austro-Ungarico guidato da Cecco Beppe, pseudonimo con il quale gli italiani chiamavano Francesco Giuseppe I d’Austria. È proprio da qua che parte la storia di Paolo Segnana, con un alambicco e un carro, in giro per l’impero a distillare le vinacce dei contadini producendo tantissima qualità e raccogliendo l’ammirazione e l’invidia di molti.

Dal proibizionismo austriaco nacque il genio di Paolo Segnana. Sotto il regime imperiale austriaco con politiche molto aspre contro gli alcolici, distillare non era semplice, . Secondo le regole imperiali si poteva distillare le vinacce un giorno all’anno, per questo, i contadini, iniziavano una corsa sfrenata nell’intento di reperire i migliori distillatori dell’impero, Paolo Segnana era fra questi. Il momento ideale, dettato dalla tecnologia dell’epoca, era subito dopo la vendemmia, quando le bucce erano ancora umide, si poteva così  distillare una grappa superiore.

1860, Anniversario: una bottiglia per ricordare una leggenda. Dal 1860 tanta strada è stata fatta, fino ad arrivare ai giorni nostri. L’azienda Segnana fu rilevata nel 1982 dalla famiglia Lunelli, conosciutissima nel mondo delle bollicine dove si è affermata con il suo Ferrari Trento DOC. La grappa Segnana nasce in parte da vinacce ottenute dalla soffice spremitura delle uve con le quali si crea il Ferrari, ricche di mosto e di aromi. La brevità del percorso che separa la pressatura dell’uva dagli alambicchi permette alle vinacce di non perdere nulla dell’originale fragranza, della pienezza dei profumi, dell’intensità dei sapori. Tutt’oggi, l’azienda Segnana, continua a produrre grappa e qualità e ogni anno riserva una sorpresa per una ricorrenza particolare. In memoria Paolo Segnana ogni anno vengono prodotte 1860 bottiglie di “Anniversario” per ricordare il fondatore e l’anno in cui tutto ebbe inizio.