L’impegno di AssoDistil e delle aziende del settore distillatorio nel contrasto all’epidemia di Covid-19.

L’impegno di AssoDistil e delle aziende del settore distillatorio nel contrasto all’epidemia di Covid-19

 

Non vi è alcun dubbio che l’emergenza legata all’epidemia di Covid-19 abbia segnato e stia segnando le vite di ciascuno di noi, ed il numero di eventi luttuosi registrati nel nostro Paese rappresenta una ferita indelebile per tutti.

Uno dei risvolti negativi di questa situazione, che farà sentire i suoi effetti anche allorquando l’epidemia sarà stata controllata ed i casi di contagio saranno in numero limitato, è l’impatto sull’economia del nostro Paese a causa della necessaria e forzata chiusura di molte attività produttive ritenute non essenziali in forza del DPCM “Cura Italia”.

Il rallentamento della nostra economia così come di quella mondiale per il 2020 è scontato,  e le previsioni parlano già di una riduzione del 6% del PIL a livello nazionale.

Sebbene lo scenario sia davvero complicato, è forse ancor più importante sottolineare il fatto che alcuni comparti industriali si sono prontamente attivati per contribuire a contrastare la diffusione epidemica con tutti gli strumenti disponibili: è questo il caso delle aziende che hanno potenziato o convertito le proprie produzioni verso presidi indispensabili per la sanità pubblica, come ad esempio, mascherine e guanti ma anche prodotti ad azione igienizzante e disinfettante.

In questo contesto di emergenza sanitaria, nonostante il difficile momento di equilibrio economico, tutte le nostre imprese stanno facendo la propria parte continuando l’attività produttiva a pieno regime per rifornire di importanti materie prime i settori farmaceutico e dei prodotti igienizzanti ed adottando i protocolli per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro.

Il settore distillatorio ha deciso da subito e volontariamente di aderire a campagne di forte responsabilità sociale per contribuire attivamente alla lotta al coronavirus. In particolare, mai come in questo momento è emerso il legame assai stretto tra le aziende del settore ed il proprio territorio, ambito nel quale si è manifestata maggiormente la solidarietà del comparto.

AssoDistil, che rappresenta la quasi totalità della produzione di alcole di origine agricola nel nostro Paese, si è fatta promotrice di iniziative che hanno lo scopo di rendere sempre più ampia la produzione e facile la distribuzione di alcole da utilizzare come base per igienizzanti e disinfettanti, agevolata anche dalle deroghe tempestivamente concesse dalla Agenzia delle Dogane per rendere più efficace il nostro lavoro.

Le oltre 50 aziende associate ad AssoDistil hanno intrapreso una pluralità di azioni, anche locali, di supporto alle strutture ed alle istituzioni impegnate in prima linea nel contrasto al Covid-19 quali donazioni di alcol alle ASL, farmacie, ospedali, Protezione civile, Guardia di Finanza, Polizia, Vigili Urbani, Croce Rosse e alle organizzazioni di assistenza sul territorio italiano.

Sono attive anche collaborazioni con aziende specializzate per garantire la realizzazione di igienizzanti e disinfettanti e donazioni a sostegno degli ospedali in alcune delle Regioni colpite come Toscana, Emilia-Romagna, Sicilia e Friuli Venezia Giulia. Sono stati incrementati e favoriti i canali e-commerce con donazioni di parti del fatturato realizzato a favore della Protezione Civile.

È un momento in cui ciascuno deve fare la sua parte, chi semplicemente restando a casa e chi mettendo a disposizione della società gli strumenti di cui dispone: la produzione di alcole etilico diventa sempre più un asset strategico indispensabile per il contrasto alla diffusione del Covid-19 ed il settore distillatorio nazionale è in piena attività per contribuire ad accelerare un percorso di rapido ritorno alla normalità nel nostro Paese.