Nel 2018, meno 71% di emissioni con il bioetanolo – Cobror: unico biocarburante realmente sostenibile

Nel 2018, meno 71% di emissioni con il bioetanolo.
Cobror: unico biocarburante realmente sostenibile.

Sono stati resi pubblici i quantitativi delle emissioni medie certificate del bioetanolo prodotte in Europa: dati parlano chiaro e confermano una riduzione di emissioni di gas clima-alteranti del 71% rispetto ai carburanti di origine fossile, confermandosi ben al di sotto degli standard minimi previsti dalla Direttiva Europea per far fronte ai cambiamenti climatici.

Sandro Cobror, direttore dell’AssoDistil, che da anni segue attivamente gli sviluppi normativi in materia ambientale, in particolare per quanto riguarda le peculiarità dell’economia circolare, ha commentato: “Anche quest’anno il bioetanolo si afferma come una delle soluzioni più sostenibili per decarbonizzare i trasporti nei prossimi anni, come deciso a livello comunitario. Il bioetanolo è l’unico biocarburante realmente sostenibile a livello ambientale e disponibile da subito in volumi adeguati, grazie alle notevoli capacità già installate anche in Italia. Inoltre il bioetanolo, a differenza di altri vettori energetici alternativi, non necessita di investimenti in infrastrutture né di materia prima di importazione, o di dubbia origine, un altro aspetto che ne avvalora l’elevata sostenibilità. L’Italia dovrebbe allinearsi a molti altri Paesi Europei che hanno adottato standard di miscelazione come l’E10 – contenente fino al 10% di etanolo – per cominciare da subito a diminuire le emissioni del settore trasporti”.