Patent box: possibile richiedere la tassazione agevolata successivamente la scadenza dei 60 giorni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si torna a parlare di “Patent box”, ovvero la possibilità da parte delle imprese di richiedere una tassazione agevolata, qualora l’attività sia concentrata nella ricerca e sviluppo dell’azienda. Nello specifico, con il Patent box si potrà usufruire dell’esclusione dalla base imponibile del 50% dei redditi derivanti da determinati beni immateriali dell’azienda, quali software protetti da copyright, brevetti industriali, disegni, modelli, materiale commerciale o scientifico giuridicamente tutelabile. Il Patent box stabilisce che per richiedere l’agevolazione fiscale sullo sviluppo di software si deve ottenere la certificazione di copyright entro 60 giorni dalla richiesta della tassazione. Nei giorni scorsi l’Agenzia delle entrate ha voluto fare chiarezza, stabilendo che se un’azienda non riuscisse a ottenere la certificazione entro i giorni stabiliti, qualora il ritardo non fosse attribuito all’impresa ma all’Agenzia competente, allora avrà comunque diritto all’agevolazione fiscale anche successivamente la fine dei 60 giorni.