Pmi: oltre 46 milioni di euro per valorizzare brevetti, disegni e marchi

 

Il Ministero dello Sviluppo economico investe sul futuro delle aziende italiane e lo fa incentivando la valorizzazione dei brand. Ammontano a circa 46 milioni di euro i contributi concessi alle piccole e medie imprese per la valorizzazione di brevetti, disegni e marchi. I bandi proposti dal Mise sono stati pubblicati durante il semestre dello scorso anno, accogliendo oltre 2mila domande. È ancora in corso, invece, la fase istruttoria per il secondo gruppo di bandi pubblicati, tra settembre e ottobre 2020, e che hanno visto, l’adesione di oltre 1.500 domande per un finanziamento di 8 milioni di euro.

Uno sguardo al futuro

Dal 2020 sono stati pubblicati due slot di bandi, l’ultimo tra settembre e ottobre 2020, entrambi riguardanti 3 bandi ciascuno. Il primo, Brevetti + ha visto la richiesta di 438 domande, il secondo, Disegni +, ha ricevuto oltre 303 domande e l’ultimo, Marchi ha visto la partecipazione di 704 aziende. Operativa anche la valutazione per un terzo bando, denominato Voucher 3i, interamente riservato alle Start up innovative. Per il momento sono state pervenute 3.020 domande e ne sono state approvate circa 2.501 per una concessione di 10milioni di euro.

Un’occasione per l’enogastronomia italiana

Marchi, disegni e brevetti, un’idea sviluppata dal Ministero che sembra cucita addosso alle imprese enogastronomiche. Sarà una bella occasione per ricevere finanziamenti e sfruttarli al favore della propria azienda, abbellendo il prodotto, creando marchi di eccellenza, pronti per essere ammirati in tutto il mondo.