Università di Bologna e Caviro al fianco per uno studio sulla Bioeconomia circolare

L’economia circolare ancora una volta al centro di importanti studi nazionali. E’ così che nasce anche la collaborazione tra l’Università di Bologna insieme a Caviro, azienda leader nazionale nel settore vitivinicolo, già socia di AssoDistil. Questa collaborazione, della durata quinquennale, andrà a proporre iniziative e progetti nel settore del food and beverage e nella bioeconomia circolare. Un passo in avanti verso un Paese ancora più sostenibile, un programma nazionale che si incastra perfettamente nelle politiche europee, sempre più rivolte all’economia circolare e la sostenibilità.

Un’iniziativa che mira al futuro

La nuova collaborazione tra l’Università di Bologna e Caviro apre lo sguardo al futuro. Come? Grazie agli studenti dell’Università verranno eseguite tesi, tirocini e stage aziendali improntati sulla sostenibilità delle imprese. Quindi non sarà solamente un contributo fattivo, concreto e immediato, ma sarà anche un lascito per le generazioni future. Un programma che si inserisce perfettamente tra le imprese del settore agroalimentare, che da tempo hanno intrapreso una nuova strada verso la tutela dell’ambiente, come le distillerie italiane.